Sette Idee per Capitani delle Navi in Zona Protetta

Una sana condizione psicologica è vitale per navigare la crisi. Troverai sotto le nostre Sette Idee.

Per gli amanti dei numeri, siamo al diciannovesimo giorno dall’inizio dell’epidemia da coronavirus COVID-19 in Italia. Guardando alla curva della Cina proposta questa mattina da La Repubblica, dove tuttavia le misure sono state drastiche e più tempestive, la loro è durata 47 giorni. Facendo le debite proporzioni con una visione ottimistica possiamo immaginare che la nostra potrebbe durarne 60. Questo significa che ci troviamo pressapoco a un terzo del cammino.

Siamo quindi chiamati ad affrontare una crisi che non solo è in continua evoluzione ma che sarà soprattutto lunga. Si evidenzieranno quindi a tutti i livelli (istituzionale, delle imprese, del commercio e di ciascuno di noi) sintomi non solo di affaticamento fisico ma soprattutto psicologico.

Quest’ultimo è un aspetto che approfondiamo costantemente nei nostri percorsi di preparazione alla gestione di crisi. La salute mentale è infatti un prerequisito fondamentale da salvaguardare durante le crisi, soprattuto quelle che si prolungano nel tempo.

Insieme a Fabio Sbattella, Docente di Psicologia dell’Emergenza all’Università Cattolica di Milano e nostro Associate Advisor abbiamo preparato una sintetica guida che troverete sotto per aiutare manager, politici e ciascuno di noi a gestire a livello psicologico questo momento di grave difficoltà.

Come fare per mantenere una sana condizione psicologica nella crisi? Ecco 7 Idee per Capitani delle Navi in Zona Protetta.

Vi invitiamo a leggerla e a condividerla.

Sette Idee per Capitani delle Navi in Zona Protetta

Personalmente adoro le immagini di Michael Bedard. Quella che ho utilizzato in questo articolo e che ripropongo sotto si chiama “Ship of Fools” ed è bellissima. Molte delle sue immagini si applicano al crisis management.

Mantenere una sana condizione psicologica durante la gestione di crisi
Ship of Fools

#crisismanagement #coronavirusitalia #coronavirus #covid19Italia #psicologia #emergenza

Share this

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *